Colazione abbondante! Giusto o sbagliato?

Mi capita spesso che, trovandomi nel corso di una cena, delle persone appena venute a conoscenza  della mia professione, comincino a pormi delle  domande. Recentemente una ragazza mi ha detto fieramente che lei tutte le mattine consuma un’abbondante colazione, composta da latte e cereali, pane e nutella e due frutti. Inoltre ha affermato che mangiava così tanto per soddisfare il fabbisogno del suo cervello in quanto la mattina studia molto.  Una colazione così composta contiene grassi (latte e nutella), carboidrati complessi (cereali e pane) e molti zuccheri complessi (nutella,frutta). Così facendo si rifornisce il corpo di molti zuccheri, forse troppi  per un singolo pasto. Sarebbe meglio distribuirli nell’arco della mattinata così da non causare un elevato picco glicemico che, a lungo andare, potrebbe portare a delle spiacevoli conseguenze. Prendendo del latte con cereali appena svegli, spostando il pane e Nutella ad un paio d’ore dalla prima colazione e mangiando la frutta in tarda mattinata, si evita l’elevato alzarsi della glicemia oltre a distribuirla equamente durante l’arco della mattinata aumentando inevitabilmente la capacità di concentrazione.

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.